Idrogeno verde: quando e in che modo potremo utilizzarlo

Idrogeno verde: quando e in che modo potremo utilizzarlo

Prodotto di punta della decarbonizzazione economica prevista per il 2050, l’Europa scommette sull’idrogeno verde, un’alternativa più pulita, efficace, sostenibile e rinnovabile rispetto ai tradizionali combustibili fossili.
E, a quanto pare, questa fonte rinnovabile avrebbe tutte le carte in regola per diventare un’importante fonte di energia sostenibile, passando da meno del 2%, ad occupare il 14% del mix energetico.

Cos’è l’idrogeno verde

Pare sia arrivato il grande momento dell’idrogeno verde, già obiettivo degli investimenti di alcuni tra i paesi più all’avanguardia del mondo, che hanno già scommesso sull’inserimento nel loro territorio di infrastrutture ad idrogeno verde (trasporti, reti del gas, industria) a beneficio dell’ambiente.
Ma cos’è questo “idrogeno verde”? Altro non è che la variante green dell’idrogeno, prodotta ad impatto ambientale zero mediante l’elettrolisi dell’acqua alimentata da energie provenienti da fonti rinnovabili. Si distingue dall’idrogeno grigio perché quest'ultimo viene prodotto attraverso lo steam reforming del metano, processo che disperde nell’ambiente un’enorme quantità di anidride carbonica, andando ad impattare in modo fortemente negativo sull’ecosistema ambientale.
Anche l’idrogeno blu viene prodotto attraverso steam reforming del metano, ma con contestuale cattura delle particelle di CO2, che in questo modo non vengono emesse nell’atmosfera.

Il futuro dell'idrogeno verde

Governi attenti alla salvaguardia ambientale hanno recentemente disposto un piano di stanziamento di fondi per l’incremento della produzione di idrogeno e produzione di infrastrutture funzionanti mediante questa preziosa fonte di energia sostenibile. Alcune previsioni ipotizzano la costruzione di impianti di produzione di idrogeno mediante elettrolisi ad energia solare addirittura entro il 2023. Altri, un piano per il raggiungimento della soglia di 500 MW di capacità entro il 2025. Ciò che è innegabile è che la spinta propulsiva del mondo va verso questa fonte di energia verde.

Quando sarà accessibile l’idrogeno verde?

Sebbene molti Governi del mondo siano fortemente impegnati su una politica “zero carbon”, questi piani non sono facilmente realizzabili. La grande quantità di energia elettrica rinnovabile necessaria per la realizzazione del processo di elettrolisi rema contro all’impiego diffuso dell’idrogeno verde nelle nostre vite. La notevole diminuzione, negli ultimi anni, tuttavia, dei costi di produzione e dei prezzi delle energie pulite, ne agevola la produzione.
L’abbassamento dei costi di produzione, unito all’aumento della domanda, potrebbe, secondo le stime, portare il prezzo dell’idrogeno verde da 6 dollari al Kg attuali, fino a 1,7 dollari al Kg entro il 2050, anno nel quale si ipotizza possa entrare nella vita quotidiana.