Sfiatare i caloriferi: come farlo e perché è importante

Sfiatare i caloriferi: come farlo e perché è importante

Capita che, dopo parecchi anni, i termosifoni e i caloriferi di casa inizino ad emettere ronzii, crepitii o strani suoni metallici. Non c’è da allarmarsi: questi rumori, spesso anche particolarmente fastidiosi, possono essere emessi da bolle d’aria presenti nelle tubature dei caloriferi, che impediscono la regolare ed uniforme circolazione dell’acqua. Sintomo tangibile del fenomeno è una temperatura maggiore nella parte inferiore dei caloriferi, con il contemporaneo raffreddamento della temperatura nella zona alta.
Durante la stagione fredda è necessario che i termosifoni scaldino uniformemente tutto l’ambiente e, per garantirlo, è necessario, all’occorrenza eliminare quelle bolle d’aria. Come? Attraverso lo sfiatamento.

Cosa occorre per sfiatare i termosifoni

Per sfiatare i termosifoni occorre disporre di alcuni attrezzi, facilmente reperibili in ambiente domestico.
In primo luogo la chiave per la valvola del radiatore, così da consentire la fuoriuscita dell’aria. In genere questa viene rilasciata nel momento in cui si installa l’impianto di riscaldamento, ma sarà facilmente acquistabile in qualsiasi negozio di ferramenta. Molti modelli di caloriferi di più recente generazione, presentano una rotellina che sostituisce la necessità della chiave. Girandola consente all’aria di uscire. Occorrerà poi attrezzarsi per raccogliere l’acqua che esce dopo l’aria, segnale che lo sfiatamento è avvenuto.

Come sfiatare i caloriferi

E ‘ consigliabile eseguire lo sfiatamento dei termosifoni prima di accendere l’impianto di riscaldamento o subito dopo l’accensione. Aprite lentamente la valvola posizionata nella parte superiore del termosifone con l’apposita chiave o azionando la rotellina. Immediatamente avvertirete un sibilo. Il calorifero inizia a sfiatare, emettendo un getto forte di aria seguito dalla fuoriuscita di acqua. Lasciate uscire un po’ di acqua e richiudete prestando attenzione a non danneggiare la valvola. Accendendo l’impianto di riscaldamento, se l’operazione è andata a buon fine, entro un’ora i caloriferi dovrebbero riscaldarsi uniformemente.

Perché e importante sfiatare i termosifoni

Come accennato all’inizio, questa semplice operazione è importante per due motivi. Sfiatare i caloriferi consentirà innanzitutto di godere di un ambiente più caldo e più a lungo, in quanto le bolle d’aria non impediranno più al radiatore di scaldarsi in maniera uniforme. Inoltre, è un vantaggio sulla bolletta di casa, dato che un radiatore non funzionante porta ad una significativa diminuzione della potenza termica e, di conseguenza, ad un maggiore consumo di energia. Circostanza che si riverbera sulla spesa per un aumento dei costi, con inutili e dannosi sprechi.