Vuoi risparmiare sulla bolletta nei mesi estivi? I consigli da seguire

Vuoi risparmiare sulla bolletta nei mesi estivi? I consigli da seguire

L’estate è una stagione bellissima: fa pensare alle vacanze, al mare, al riposo e alla spensieratezza. Questo senso di evasione viene, però, spesso turbato da un altro pensiero, ben più concreto: come risparmiare sulle bollette? Infatti, parliamoci chiaro, con il termometro che segna quaranta gradi le alternative non sono molte e i condizionatori spesso sono accesi. Si tratta di un comportamento non scorretto: spesso un climatizzatore in casa è l’unica soluzione per resistere alle temperature alte, soprattutto in presenza di bambini e anziani, più sensibili ai colpi di calore.  Risparmiare sulla bolletta della luce è possibile, anche in estate.
Ecco cinque consigli da seguire.

Scegliere la tariffa più adatta ai consumi

Non è detto che il contratto che avete sottoscritto anni fa sia ancora quello adatto alle vostre esigenze. Negli ultimi anni l'Autorità di regolazione per l’energia le reti e l’ambiente (ARERA) ha introdotto una riforma delle tariffe. Non tutti lo sanno e non tutti hanno provveduto ad aggiornarsi sulle nuove condizioni contrattuali. Avere una vecchia tariffa potrebbe generare maggiori costi in bolletta, soprattutto se si è abituati all’uso elevato degli elettrodomestici. La prima cosa da fare è controllare i consumi, la seconda è parlare con un operatore, così da individuare l’offerta luce e gas adatta a voi.

Sostituire i vecchi elettrodomestici

I vecchi elettrodomestici consumano molto di più di quelli nuovi. Per un motivo molto semplice: nel corso degli anni si sono verificati progressi tecnologici sempre più avanzati. Si sono realizzati modi per rendere questi apparecchi non solo più eco-friendly, ma anche meno costosi nei consumi. Il consumo di un condizionatore di ultima generazione, per esempio, è sicuramente molto inferiore a quello di un condizionatore di dieci anni fa. Basti pensare alle classi energetiche e a quanto sia inferiore il consumo nel momento in cui queste aumentano di livello.

Utilizzare correttamente il condizionatore

Il consumo del condizionatore d’estate è ciò che più pesa sulla bolletta. Posto che sia utile tenerlo acceso durante la giornata, soprattutto nelle ore più calde, ci sono dei piccoli accorgimenti che si possono adottare per risparmiare. Uno di questi è la manutenzione costante del climatizzatore. Va mantenuto pulito, i filtri vanno cambiati spesso, e bisogna evitare di ostruire le bocchette d’aria con oggetti che ne limitano il passaggio. È consigliabile, inoltre, tenerli lontano da apparecchi che generano molto calore, come pc e televisori e, ovviamente, è preferibile accenderli solo nelle ore più calde della giornata.

Evitare gli sprechi

Spesso per pigrizia o superficialità facciamo una cosa che non solo è dannosa per l’ambiente, ma che non consente nemmeno di risparmiare sulla bolletta elettrica. Stiamo parlando delle luci accese nelle stanze della casa, quelle che non spegniamo quando dovremmo e che a volte dimentichiamo accese quando usciamo. Assicurarsi di spegnere la luce quando non serve più è una buona abitudine che sicuramente, nel lungo periodo, vi porterà a risparmiare una bella somma.

Altri piccoli gesti che possono contenere i costi

Ci sono poi tanti altri piccoli accorgimenti che possiamo usare per risparmiare sulle bollette della luce: spegnere la televisione quando andiamo a letto, staccare dalle prese i caricabatterie di computer e cellulari quando non si usano, non lasciare il condizionatore acceso la sera, usare il deumidificatore.
L’ambiente e le vostre tasche ringrazieranno.