Come risolvere il problema della caldaia che si blocca di frequente

Come risolvere il problema della caldaia che si blocca di frequente

Gli impianti termici a gas metano o a GPL hanno l’importante funzione di riscaldare l'acqua nelle nostre dimore, per rendere gli ambienti caldi e confortevoli e per fornire l'acqua calda sanitaria pronta per l’uso domestico quotidiano. Il suo funzionamento ottimale è dunque fondamentale per rendere abitabile una casa, soprattutto nelle stagioni più fredde. Ecco perché la manutenzione della caldaia non va mai sottovalutata. Spesso si verificano però anomalie e malfunzionamenti che, per varie cause, portano la caldaia in blocco. Se accade, è necessario porvi rimedio al più presto, specialmente se l’evento si riscontra di frequente. Per prima cosa occorre capire i motivi e le problematiche che plausibilmente portano la caldaia in blocco.

Blocco della caldaia: le cause più frequenti

Avere una caldaia in casa, sia tradizionale che a condensazione e un sistema di riscaldamento autonomo ha il vantaggio di permettere la regolazione dell'impianto secondo le proprie necessità e di accenderlo e spegnerlo quando si vuole, con benefici anche dal punto di vista economico. I moderni impianti autonomi hanno, tra l’altro, dispersioni termiche sempre più basse. Ciò non esclude il verificarsi di alcuni fastidiosi eventi che possono sorgere, come la caldaia che va in blocco. Solitamente questo avviene nella stagione invernale, quando l’acqua calda viene utilizzata di più e i termosifoni sono accesi, soprattutto quando si sta molto in casa. Il blocco in questione, anche se inizialmente sporadico, non va trascurato in nessuna stagione dell’anno, poiché potrebbe farvi rimanere senza acqua calda.

Caldaia in blocco a causa del calcare

Tra le problematiche più comuni legate agli impianti idraulici, c’è l'accumulo del calcare che intralcia il flusso normale dell’acqua calda, provocandone una riduzione. Occorre chiamare l’idraulico per liberare le tubature incrostate e, nel caso, procedere con l’inserimento di un filtro anticalcare o un filtro defangatore, che aiuta a contenere il problema.

Malfunzionamento legato al gas

La caldaia potrebbe andare in blocco per via di un’interruzione del gas, oppure a causa dell’esaurimento del GPL, nel caso venga impiegato questo combustibile. Come accertarsene? Puoi verificare da te per capire se è questa l’origine del problema, provando semplicemente ad accendere i fornelli della cucina. Se, invece, si tratta dell’ostruzione della valvola che alimenta la caldaia e non consente il regolare tiraggio dei gas di scarico, è opportuno rivolgersi ad un professionista.

Blocco della caldaia: altri motivi

Tra le cause che portano al blocco della caldaia vi sono i problemi relativi al sistema elettrico. Potreste trovarvi, infatti, di fronte ad una interruzione temporanea della corrente, oppure ad un guasto all’impianto. Nel primo caso bisognerà aspettare il ripristino dell’elettricità. Diversamente, è consigliabile controllare lo stato degli elettrodi, che potrebbero essersi ossidati.  Oppure se la vostra caldaia ha un po’ di anni, è utile fare un check alla batteria. Nelle caldaie moderne, sul display si segnala il problema e, in alcuni casi, il blocco potrà risolversi con un reset della caldaia.
Se la caldaia va in blocco di frequente, controllate la pressione dell’acqua che non dovrebbe mai essere inferiore a 1,5 bar e superiore ai 2 bar. Basta azionare il manometro della caldaia e riportare la pressione al livello giusto. Un altro motivo del blocco può essere dovuto all’aria interna ai termosifoni. Si possono creare delle bolle che impediscono il corretto funzionamento del sistema di riscaldamento. Per far fronte a questo inconveniente, è consigliabile sfiatare i termosifoni e ricontrollare la pressione dell’acqua. I termosifoni vanno tenuti puliti evitando di coprirli, per non ostruire il radiatore.