Aumentare la classe energetica di un edificio: come fare

Aumentare la classe energetica di un edificio: come fare

La gran parte delle case in Italia, soprattutto gli edifici di costruzione meno recente, sono inserite in classi energetiche basse, principalmente in classe G o F. Questo è dovuto ai materiali impiegati nella costruzione dell'immobile (solitamente con scarsa capacità di isolamento termico) e al mancato ricorso alle energie rinnovabili per il fabbisogno termico ed elettrico. Oggi è possibile migliorare la classe energetica della propria abitazione, beneficiando di alcuni bonus per il risparmio energetico.

Consigli per potenziare la classe energetica della propria casa

Se hai intenzione di migliorare la classe energetica della tua casa, la prima cosa da mettere in conto è una valutazione delle sue caratteristiche energetiche. Un procedimento che va eseguito con cura e professionalità tecnica da parte di società specializzate. La classe energetica viene indicata all’interno dell’attestato di prestazione energetica APE (Attestato prestazione energetica), redatto da un professionista abilitato. La classe energetica viene conferita in base ai consumi quantificati. Dunque, per ottimizzarla, occorre diminuire la dispersione di calore o potenziare l’efficienza degli impianti. Ecco alcuni interventi per migliorare la classe energetica di casa e aumentarla di due o più classi.

Aumentare la classe energetica con interventi sul cappotto termico

Per ottenere almeno due classi energetiche in più, è possibile predisporre una serie di interventi, come l’installazione del cappotto termico. Trattasi di una tecnica per l'isolamento termico delle pareti dell’edificio, interne o esterne, impiegando materiale isolante sulle pareti. Il rivestimento termico per interni ha un costo minore di quello esterno, una posa meno complessa e, nei condomini, si può realizzare su singole unità abitative. Il vantaggio è che vengono ridotti sensibilmente gli scambi termici tra l’ambiente interno e quello esterno.  

Impianti di riscaldamento ed efficientamento energetico

Gli impianti per il riscaldamento domestico e la fornitura di acqua calda sanitaria rappresentano il fulcro dei consumi energetici di casa. Per ridurli , è consigliabile, se non lo si è già fatto, scegliere degli impianti di riscaldamento innovativi, in grado di garantire prestazioni energetiche di maggiore efficienza, permettendo di guadagnare 2 classi. Pensiamo alle caldaie a condensazione che, al contrario di quelle tradizionali, hanno consumi minori, perché ottimizzano e riutilizzano il calore dei fumi di combustione e del vapore acqueo. Un'altra tipologia di impianti green è quella dei termocamini a pellet o legna che possono scaldare l’acqua sanitaria, oltre che provvedere al mantenimento del comfort termico se connessi al riscaldamento a pannelli della casa.

Installare un impianto solare termico

Nell’ottica di migliorare la classe energetica della propria casa bisognerebbe prediligere l'utilizzo di energia pulita, come un impianto solare termico, per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, che permette di far fronte in maniera ottimale al fabbisogno energetico dell’abitazione. Infatti, l’energia solare è una fonte gratuita ed ecosostenibile e, inoltre, gli impianti di riscaldamento di più recente produzione si possono connettere ai pannelli solari, per riscaldare l’acqua ad uso sanitario e incrementare il riscaldamento domestico.