Marcello Baraghini: l'energia pura di un editore all'incontrario

Marcello Baraghini: l'energia pura di un editore all'incontrario

Una vita esplosiva, protagonista degli anni d’oro della controcultura italiana. Attivista per i diritti civili, editore e fondatore della casa editrice Stampa Alternativa, ha rivoluzionato il concetto di editoria con folgoranti intuizioni. Un successo editoriale enorme raggiunto grazie alla collana cult Millelire. Oggi i libri che hanno fatto la storia del Novecento, acquistano nuova vita grazie al download nella rete. Marcello Baraghini è un ragazzo di 77 anni e, ancora oggi, è in grado di reinventarsi continuamente. Una vitalità inesauribile, un grande esempio di disobbedienza pacifica e di rivoluzione permanente perché, come diceva Alexis de Tocqueville “il mondo appartiene a quelli che hanno la maggiore energia”.
E Marcello Baraghini, di questo mondo, è un grande protagonista.

Marcello Baraghini: biografia di un ribelle

Marcello Baraghini nasce il 19 novembre 1943 a Civitella di Romagna, in provincia di Forlì-Cesena. Nel 1963, a vent’anni, fugge dalla provincia, dal ventre di una famiglia dispotica e violenta, per avventurarsi in quell’Italia che iniziava a cambiare. Inizia la sua rivoluzione personale all’insegna dei viaggi lisergici, spirito hippie e zaino in spalla. L’incontro con Marco Pannella sarà per lui decisivo: proprio vivendo con Pannella capirà che il proprio corpo, la propria vita, le proprie azioni non sono neutre, mai. Del resto “il personale è politico” diventerà lo slogan simbolo dei movimenti degli anni ’70 negli USA e in tutto il mondo, soprattutto di quelli femministi.
Se l’energia è il potere che guida ogni essere umano, Marcello Baraghini riesce a cavalcare in pieno il flusso di tutta quell’energia rigenerativa che attraversava la società di allora. Marcello è da sempre in prima fila nelle battaglie per i diritti civili: dal divorzio, all’apologia dell’obiezione di coscienza antimilitarista, all'affermazione della libertà sessuale, senza tabù. Tutte quelle tematiche che ancora oggi fanno discutere una parte dell’opinione pubblica, per Baraghini erano battaglie civili da intraprendere già allora, con fermezza, coraggio, coscienza. Marcello vive nelle comuni, frequenta le facoltà universitarie occupate negli anni delle rivolte studentesche. “Ogni forma d’arte è essenzialmente energia intercettata” diceva Jim Morrison in quegli anni. Che succede se proprio il flusso energetico di un giovane rivoluzionario si trasforma in un’avventura artistica e letteraria che dura ancora oggi? È proprio nel 1970 che Marcello Baraghini fonda la casa editrice e agenzia di contro-informazione Stampa Alternativa, sull'esempio delle alternative press americane e inglesi.

Un organismo policefalo e diffuso sul territorio che interviene nel campo delle controculture con proposte assai provocatorie” la definì Primo Moroni, uno tra i più importanti intellettuali italiani e autore de “L’orda d’oro”. Un saggio imprescindibile per capire la grande ondata rivoluzionaria e creativa, politica ed esistenziale che ha portato al sorgere anche di questa nuova “altra editoria”, proposta da Baraghini. La nascita di Stampa Alternativa ha portato con sé non solo decine e decine di pubblicazioni a basso costo, ma anche alla notorietà di Marcello nella sua illuminata genialità: sempre in quegli anni, infatti, prestò il proprio nome quale Direttore Responsabile a tutte le riviste che ne fossero prive. Da qui centinaia di denunce e processi, che non l'hanno mai fermato: Marcello è stato sempre e continuamente pronto a combattere per la libertà di stampa e per la creazione di una nuova editoria. Un modello editoriale esemplificato, dal 1989, con la collana Millelire, nata proprio da una sua idea. L’esperienza dei “libri che hanno rivoluzionato il mercato editoriale”, è citata anche all’estero come esempio di avanguardia letteraria, imitata in molti modi, ma con un fine più orientato al marketing che alla diffusione della cultura.
Negli anni 2000 le questioni ambientali si materializzano nella collana dell’Ecoalfabeto, completamente pensata per le tematiche che riguardano la difesa dell’ambiente e dei diritti degli animali. Oggi l’energia viva di Marcello Baraghini non si è affatto esaurita, anzi. Attualmente dirige l’Associazione da lui fondata, Strade Bianche di Stampa Alternativa a Pitigliano, libreria e casa editrice indipendente. Mentre, in tempo di Coronavirus, i libri della collana Millelire tornano gratis per tutti nella Libera Biblioteca, perché “il cibo per la mente”, i libri, vanno letti e diffusi sempre, epoca dopo epoca, generazione dopo generazione, come le onde di energia che si propagano nell’infosfera. E perché, come diceva Jean-Luc Godard "non esistono diritti d'autore, solo doveri".