Quale ruolo giocano le blockchain nell'energia?

Quale ruolo giocano le blockchain nell'energia?

Da alcuni anni si parla molto nel campo digitale e tecnofinanziario di tecnologia blockchain e dei suoi possibili impieghi. Letteralmente questa "catena di blocchi" utilizza le caratteristiche di una rete informatica di nodi e permette di amministrare e implementare, con una modalità protetta, un registro che include dati e informazioni (ad esempio transazioni) in maniera aperta, condivisa e smistata senza la necessità di un ente centrale di controllo e verifica. Oggi si stanno aprendo nuovi canali e nuove possibilità per creare, attraverso soluzioni blockchain, un nuovo mercato per l'energy dove cittadini e imprese attraverso varie forme di “reti” possono scambiarsi i kilowatt/ora in eccesso in autonomia, senza dover passare attraverso il gestore d’energia. Una nuova concezione e diffusione del sistema energetico e di connessione tra produttori e utenti, nel segno dell’innovazione tecnologica.

La blockchain nel settore energia

Il mondo dell’energia ha intrapreso la strada verso un rinnovamento, vista la crescente attenzione globale verso una gestione più sostenibile delle risorse e alla salvaguardia dell’ambiente. Un cammino iniziato, da un lato, con un approccio orientato alla sperimentazione e alla ricerca di fonti di energia alternativa, dall’altro con l’analisi di nuove procedure per diminuire i consumi. L’attenzione è rimasta focalizzata sulla logica centralizzata del modello energetico “classico”. Gli operatori del settore hanno mantenuto il ruolo fondamentale di gestori della rete e delle fonti energetiche. Con l’entrata nel mercato libero di numerosi piccoli produttori, inizia una nuova evoluzione del concetto di “grid”. Si profilano così una serie di opportunità:
- l’eventualità di consentire agli utenti finali, cittadini o imprese, di avere una più ampia autonomia nei loro fabbisogni energetici (produzione e consumo);
- opportunità di estendere tipologie di innovazione digitale nella gestione di carichi e consumi;
- nuove modalità di scambio e di commercio dell’energia;
- opportunità per ottenere nuovi dispositivi per bilanciare le reti.

La blockchain e il mercato nell’energy

L’utilizzo del sistema blockchain per l’efficienza energetica rappresenta una vera e propria rivoluzione, dato che i consumatori diventano protagonisti attivi della rete scambiandosi energia. Come avviene tutto ciò? E’ possibile vendere o acquistare elettricità in modo assolutamente automatico, in base ai costi e al diverso fabbisogno di ogni specifica abitazione. Il tutto grazie a semplici e intuitive applicazioni su smartphone. Queste consentono alla blockchain di trasmettere l’energia da un luogo all’altro e di compiere le transazioni.
La blockchain, in definitiva, è una modalità di coordinazione della domanda e dell’offerta (produttori e consumatori di energia) con importanti vantaggi per entrambe le parti. Inoltre, incentiva un controllo più responsabile ed efficiente dei consumi, che vengono tracciati e consente una maggiore verifica dei picchi e delle problematiche della rete. Infine, vi è una riduzione dei costi operativi e degli sprechi.  Si tratta quindi di una vera e propria rete, che permette potenzialmente a milioni di piccoli produttori a livello domestico o a livello imprenditoriale e di organizzazioni di divenire piccole centrali di energia e di poter vendere in modo semi-automatico l’energia elettrica prodotta.
Dunque, tra i benefici degni di nota legati alla blockchain, ci sono i nuovi modelli di business inerenti al P2P, con la formazione di un nuovo mercato che amplia sostanzialmente il numero degli attori e la quantità delle transazioni. Dagli edifici alle case, intesi come asset, sia nella veste di produttori di energia che di consumatori, c’è la possibilità di connettersi al grid per poter essere qualificati alla gestione e all'avviamento di transazioni alla pari. La blockchain ha il compito di assolvere alle questioni di natura contrattuale, al controllo delle transazioni e dei pagamenti. In tutto ciò, le valutazioni relative all’incremento di un mercato energy connesso al sistema blockchain mostrano tassi di sviluppo degni di nota e con un buon potenziale di avanzamento.